RECAP: THEE OH SEES @ INTERZONA, VERONA

http://www.saladdaysmag.com/thee-oh-sees-interzona-verona-recap/

THEE OH SEES INTERZONA VERONA

Avere già le idee chiare prima di uscire di casa, a volte, è fondamentale per la riuscita della serata. Non che Verona offra sempre miriadi di eventi lo stesso giorno, ma per più di qualcuno lo scorso venerdì poteva essere quantomeno subdolo.

Sì, la scelta si poneva tra due: Wind Music Awards in Arena e Thee Oh Sees ad Interzona. Non c’è bisogno di dire per cosa io abbia optato. I nostri cari di Interzona hanno pensato bene di portare a Verona i californiani Thee Oh Sees, uno dei gruppi garage più in vista della scena internazionale indipendente, per una tappa del loro tour europeo. Formatisi nel ’97, sono da quasi vent’anni a calcare i palchi, capitanati dall’unico membro originale, il pazzo John Dwyer, voce e chitarra. Arrivato in ritardo clamoroso causa lavoro, purtroppo mi perdo gli Hell Demonio, band electro psych veronese, capitando giusto giusto durante la preparazione del palco dei TOS. L’attesa di vederli dal vivo è pressante, anche forzata dai racconti di Alessio Interzona e dal mio editor-in-chief, che entrambi se li sono visti qualche anno fa in un Guilty Boat Party a Venezia, dove hanno distrutto il palco con la loro performance. Quindi l’inizio, dopo parecchio minuti di soundcheck in nuova formazione doppia batteria-basso-chitarra, saltano all’occhio e all’orecchio la sintonia dei due batteristi e la foga di John con la sua chitarra tirata su fino al petto. Prendono spazio pezzi vecchi come ‘Tidal Wave’ e ‘The Dream’, ma c’è l’occasione anche per qualche traccia del nuovo lavoro, l’acclamato ‘Mutilator Defeated At Last’. In una cornice bucolica (i ragazzi di Interzona hanno aperto il giardino sul retro, con palco esterno, lucette e bancali… perfetto!), è fantastico godersi il live con un pogo scatenato sotto il palco. Qualcuno tenta anche uno stage dive ma finisce rovinosamente a terra. Incidenti del mestiere. Dispiace non aver immortalato il caro Dwyer scolarsi un’intera bottiglia di birra, presa con le labbra mentre strimpella la sua chitarrina. L’ora di live passa velocemente e dopo aver ringraziato, i nostri ci abbandonano, rientrando velocemente nel Magazzino 22. Al momento di uscire, incontro Mecchi, batterista dei Poseydon, che mi invita alla sua prossima serata con loro e Wasted Pido, il prossimo 12 Giugno sempre qua ad Interzona (https://www.facebook.com/events/663000427163246/): che dire, devo andare!? Fareste bene ad esserci pure voi…
(Fabrizio De Guidi, @fabriziodeguidi)

THEE OH SEES INTERZONA VERONA 1

THEE OH SEES INTERZONA VERONA 2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...